Saluti di Brescello in scena al Rasi

Ravenna - Fino al 29 Mag 2019
Da domenica 19 a mercoledì 22 maggio e da lunedì 27 a mercoledì 29 maggio. Inizio ore 21 – martedì 28 ore 20
Saluti di Brescello in scena al Rasi Teatro e danza

Dove

Teatro Rasi - Via di Roma 39 - Ravenna
Tel. (+39) 0544.36239
www.ravennateatro.com

Descrizione

Saluti da Brescello parla di un'Italia che sta cambiando, di una regione che si credeva avere tutti gli "anticorpi", ma che non è risultata immune dalla corruzione.

Le statue di Peppone e Don Camillo in un onirico dialogo notturno raccontano la vicenda realmente accaduta a Donato Ungaro, vigile a Brescello licenziato senza giusta causa per le sue denunce sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel paese.

Il testo Saluti da Brescello è stato commissionato dal Teatro di Roma a Marco Martinelli per rappresentare l’Emilia-Romagna all’interno del progetto “Ritratto di una Nazione – L’Italia al lavoro”, stagione 2017/2018, curato da Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri, che ha debuttato al Teatro Argentina nel settembre 2017.

La replica di martedì 28 inizierà alle 20 e alle 21 avrà luogo l’incontro Cultura contro la mafia!, un “trebbo” sulle difficoltà che si possono incontrare nel fare cultura e informazione palando di mafie in Regione Emilia-Romagna.

Saluti da Brescello può essere considerato l’ideale prologo di Va pensiero, di Martinelli, una creazione corale, ideata e diretta insieme a Ermanna Montanari, che racconta il “pantano” delI’Italia di oggi in relazione alla “speranza” risorgimentale inscritta nella musica di Giuseppe Verdi.

Dopo Pantani e Rumore di acque, Slot Machine e Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, un altro affondo drammaturgico di Martinelli sulla nazione, perché si ritrovi il senso di parole come “democrazia” e “giustizia”.

redazione Ravenna eventi

Dettagli

Ingresso 8 euro

Mappa