RINVIATO AL 2021- TRILOGIA D'AUTUNNO / Prima mondiale con Sergei Polunin

Ravenna - Fino al 13 Nov 2020
6, 8, 10, 12 e 13 novembre
ore 20.30
RINVIATO AL 2021- TRILOGIA D'AUTUNNO / Prima mondiale con Sergei Polunin Teatro e danza

Dove

Teatro Alighieri - Via Mariani - Ravenna
www.teatroalighieri.org

Descrizione

Rinviata al 2021, entro la conclusione dell’anno dantesco, la prima mondiale di Metànoia, la nuova creazione di e con Sergei Polunin che avrebbe dovuto aprire la Trilogia d’Autunno di Ravenna Festival il 6 novembre. Di fronte alle nuove restrizioni alla mobilità internazionale, la compagnia non ha potuto garantire la messa in scena di una produzione complessa, che si avvale del contributo di artisti provenienti da Regno Unito, Russia, Serbia, Canada e Stati Uniti.

Il Festival non rinuncia però alla danza e annuncia il ritorno a Ravenna di un’artista molto amata: Svetlana Zakharova sarà in scena accanto al violinista e compagno di vita Vadim Repin e all’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini per Pas de deux for toes and fingers il 4, 5 e 6 novembre al Pala De André; la limitata permanenza degli artisti è infatti compatibile con la normativa in vigore per arrivi dalla Russia.

Le nuove date dello spettacolo di danza rendono doverosa una rimodulazione del calendario di Faust rapsodia (7, 9, 10 novembre al Teatro Alighieri) che consente una significativa razionalizzazione sul fronte produttivo.

Chi ha acquistato il biglietto per una delle serate con Sergei Polunin sarà contattato dalla Biglietteria del Festival e potrà scegliere se sostituirlo con il biglietto per una delle date di Pas de deux for toes and fingers o chiedere il rimborso; in entrambi i casi avrà diritto di prelazione sull’acquisto delle date di Metànoia nel 2021, in corso di definizione. Le prevendite per Zakharova-Repin si apriranno per tutti lunedì 26 ottobre.
I biglietti già acquistati per Faust rapsodia (incluso Quanto in femmina foco d’amor) dell’11 novembre sono validi per la recita di lunedì 9; quelli per il 14 novembre sono validi per la recita di martedì 10. Per eventuali problematiche si prega di contattare la Biglietteria del Festival.

-------------------

Settecento anni dopo la morte di Dante, l’icona mondiale del balletto Sergei Polunin presenta la propria personale contemplazione della sua Commedia e ne ripercorre le orme.

Questi due poeti ribelli e apolidi, in cerca di una casa perduta, lacerati da crisi personali, sono stati costretti a immergersi in se stessi alla ricerca di significato e di amore, scoprendo il loro paradiso attraverso l’arte e la creatività.
Da una piccola scintilla può scoppiare una fiamma, così entrambi hanno dovuto scoprire cosa ha innescato in loro quella scintilla con la quale poter illuminare il mondo.

Questa è la storia di un artista che arriva alla sua scintilla. La storia della trasfigurazione di colui che inciampa e cade.
“Metànoia” è un vocabolo greco, in teologia significa conversione, una completa inversione di pensieri, parole e azioni, che può accadere ai più grandi peccatori, a quelli che non hanno mai seguito un percorso spirituale, o anche alle anime cadute, che ricordano la luce, ma hanno perso la loro fede durante il cammino.

Nella psicologia junghiana, metanoia è l’autoguarigione spontanea dell’anima, cioè l’instaurazione di un equilibrio attraverso la propria crisi.
Così questo lavoro è la metànoia di Polunin, la storia di Polunin, del suo viaggio dall’inferno al paradiso, attraverso il quale Dante lo conduce. Trasformando la sua visione e sperimentando la metànoia, raggiunge la scintilla del divino in sé, per ispirare anche gli altri al cambiamento.

Con la sua testimonianza, dimostra che la salvezza è possibile per ogni uomo, per ogni peccatore. Basta solo scegliere di essere illuminati.
Metànoia è la risposta di un artista contemporaneo a un’opera classica, è un invito a un viaggio nel profondo di noi stessi. Una creazione tripartita tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, con tre musicisti diversi che si alterneranno sul palcoscenico. Una sfida mai tentata prima e che solo il grande danzatore russo poteva accettare, mettendo totalmente in gioco se stesso.

Metànoia
di e con Sergei Polunin
“Poca favilla gran fiamma seconda” (Paradiso I, 34)
prima mondiale su commissione di Ravenna Festival

redazione Ravenna eventi

Dettagli

Lo spettacolo fa parte del calendario degli eventi celebrativi del 700° della morte di Dante.
Informazioni su biglietti e apertura delle prevendite saranno disponibili a metà settembre, compatibilmente con l’aggiornamento delle disposizioni legate all’emergenza sanitaria.
La Biglietteria del Teatro Alighieri sarà chiusa dall’1 al 31 agosto e riaprirà martedì 1 settembre.

Mappa